Catechesi

“Degna di lode è anche quella schiera, tanto benemerita, che è costituita dai catechisti, sia uomini che donne. Essi animati da spirito apostolico e facendo grandi sacrifici, danno un contributo singolare ed insostituibile alla propagazione della fede e della Chiesa”.          ( D.C. Ad Gentes )


I CORSI DI CATECHISMO INIZIERANNO A OTTOBRE secondo il seguente calendario:

15 ottobre 2013 ore 18,00-19,00 inizio corsi di catechismo Prima Comunione (primo, secondo e terzo anno).

19 ottobre 2013 ore 17,00-18,00 inizio corso Cresima ragazzi 10-14 anni.


 




 

Catechesi per la preparazione ai Sacramenti

Preparazione al Battesimo

I Battesimi sono celebrati in date prefissate di Domenica.

Per gli incontri di preparazione rivolgersi all'ufficio parrocchiale.

Preparazione alla Cresima

L’itinerario per i giovani e gli adulti che liberamente scelgono di ricevere il sacramento della Confermazione prevede la partecipazione all’incontro settimanale con il diacono Gabriele Tarantino che si svolge il Mercoledì alle ore 19,00-20,30 e alla Santa Messa domenicale e festiva.

Preparazione alla prima Comunione  Occhiolino





Nuovo itinerario di formazione alla vita cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

La Chiesa di Pozzuoli, con la celebrazione del Sinodo, ha operato scelte coraggiose di rinnovamento. Le nuove norme sono indicate nel Direttorio Pastorale (dal n. 125 al n. 135).In ogni Parrocchia a partire dall' anno 2008-2009 si applica un nuovo progetto di formazione alla vita cristiana, articolato in tre tappe:

  • Tempo dell'accoglienza e della prima evangelizzazione;
  • Tempo del catecumenato battesimale;
  • Tempo della mistagogia.

Queste tappe sono strettamente e inscindibilmente unite e non è possibile operare nessuna separazione fra esse. L'obiettivo è una più completa formazione alla vita cristiana.

Accoglienza e prima evangelizzazione

Questa tappa dura 1 anno la comunità parrocchiale accoglie le famiglie che chiedono per i propri figli di potersi accostare per la prima volta al sacramento della Riconciliazione e dell'Eucarestia, annunciando la "Buona Notizia": Dio ti ama, perchè è tuo Padre!

Catecumenato Battesimale

Questa seconda tappa dura 2 anni. "Catecumenato" vuol dire che piano piano le famiglie dei fanciulli imparano, insieme ad essi, a conoscere Gesù e a fare esperienza del suo amore. I fanciulli, se ritenuti idonei, alla fine del primo anno saranno ammessi al sacramento della Riconciliazione, ed alla fine del secondo alla Prima Comunione.

Queste due tappe del percorso formativo prevedono la partecipazione all’incontro settimanale con i catechisti che si svolge il Martedì con orario 18,00-19,00 e la partecipazione alla Santa Messa domenicale e festiva delle ore 9,30.

Mistagogia

Questa tappa dura 4 anni. "Mistagogia" significa che le famiglie dei ragazzi scoprono, insieme ad essi, come l'amore di Gesù abbia cambiato la loro vita. Al termine dei 4 anni i ragazzi, se ritenuti idonei, vengono ammessi al sacramento della Confermazione. Destinatari di questa tappa sono i ragazzi dai 10 ai 14 anni.

Questo percorso formativo prevede la partecipazione all’incontro settimanale con i catechisti il sabato alle ore 17,00 e a seguire la partecipazione alla celebrazione eucaristica il sabato alle 18,30. 

Preparazione al matrimonio

 

Gli incontri di preparazione al sacramento del matrimonio si sono tenuti a San Gennaro sin dagli anni 80 e s’inseriscono nel complesso dell’attività di Catechesi parrocchiale, pur essendo aperti a giovani provenienti da altre Parrocchie della forania.Essi vogliono essere un richiamo, quanto possibile incisivo, al senso di responsabilità dei giovani che si avviano alla vita matrimoniale secondo i principi cristiani e gli insegnamenti della Chiesa.
Si intende perciò affrontare la problematica dell’esperienza esistenziale che essi stanno per iniziare, in termini essenziali, senza tuttavia trascurare i vari aspetti del complesso cammino che richiede. Vengono colti, pertanto, i problemi psicologici della comunicazione e dell’apertura verso i gli altri, i risvolti sociali e giuridici, le sessualità e la genitorialità responsabile nella dinamica del rapporto di coppia ed in una aspettativa comune e solidale di crescita cristiana.
Tema centrale, che fa da sfondo integratore delle diverse conversazioni, è la sacramentalità del matrimonio cristiano, che eleva l’amore tra l’uomo e la donna, sentito e vissuto come scambievole e totale dono di sé, a vocazione rispondente al disegno di Dio creatore sulla famiglia ed al Piano della Salvezza. Si evidenziano in passaggi opportuni, i legami tra i doni sacramentali del Matrimonio e quelli battesimali e della Confermazione,  in una prospettiva di continuità della formazione cristiana.Non mancano richiami al valore degli altri sacramenti, in particolare a quello dell’Ordine quale diversa risposta alla chiamata di Dio all’amore e al dono totale di sé.
Particolare attenzione è rivolta allo svolgimento del rito del matrimonio ed al significato che i suoi vari momenti richiamano, nell’ambito del più ampio valore della Liturgia ed in particolare della liturgia della Messa, nella scansione dell’annuncio della Parola e della celebrazione Eucaristica.

I testi di riferimento considerati sono, oltre ai Vangeli, passi significativi del Vecchio Testamento, gli atti del Concilio Vaticano II relativi al sacramento del matrimonio, alla famiglia e alla educazione dei figli (AA: Apostolicam Actuositatem; GE: Gravissimum Educationis; LG: Lumen Gentium), documenti pontifici (come HV: Humanae Vitae) ed in modo più puntuale la “Familiaris Consortio” (esortazione apostolica di S.S. Giovanni Paolo II sui compiti della famiglia cristiana nel mondo di oggi).  Ci si serve, inoltre, di pubblicazioni varie sui temi da affrontare, atti dei convegni (Come Convegno Diocesano 2000 sul tema) e periodici come “Famiglia domani” ed. CPM.

Senza sacrificare il tono catechetico della proposta cristiana, gli incontri, per quanto possibile e per quanto consente il numero dei partecipanti quasi sempre elevato, si svolgono in un’articolazione didattica interattiva, favorita da materiale informativo, copia di passi del Vangelo e di testi vari, questionari predisposti in cartelle che vengono distribuite a ciascuna coppia, tanto per sollecitare e favorire una più diretta partecipazione al dialogo nella conversazione che seguono il momento frontale. Quest’ultimo, inoltre, fa riferimento a diapositive, cartelloni illustrativi e di sintesi, anche di tono leggero se l’argomento lo consente, testimonianze di impegno sociale da parte di coppie già sposate, di filmati che descrivono, con rigore scientifico ed efficacia emotiva insieme, le varie fasi dello sviluppo della vita nel grembo materno. Viene anche curata, con garbata semplicità e con il coinvolgimento di tutti i partecipanti, la preparazione di canti che animano qualche momento di preghiera comune e la celebrazione eucaristica comunitaria che conclude gli incontri.

La  struttura degli incontri si articola su tre momenti fondamentali:

1. presentazione del tema;

2. esemplificazione (esperienza o applicazione pratica);

3. discussione con i fidanzati; sintesi finale e preghiera.

Di particolare rilievo la costituzione negli anni di una équipe formatasi intorno al sacerdote e composta da coppie, un medico, un pedagogo, insegnanti; essa, di norma, è presente al completo agli incontri, per dare il senso dell'accoglienza, rendere lo spirito di famiglia e il senso della continuità della proposta.
Il servizio, come già detto all’inizio, è reso anche per altre parrocchie della forania che non possono offrirne uno autonomo ai propri parrocchiani.
Tematiche (non corrispondono a singoli incontri)
1. La vocazione della coppia

a. la realtà umana: basi psicologiche

b. sposi nel Signore: la novità cristiana

c. il progetto coniugale che si rivela nella Parola: la Rivelazione

2. Il disegno di Dio sulla famiglia

a. dal battesimo al matrimonio

b. vocazione all' amore: complementarietà tra verginità e matrimonio

c. patto coniugale e vita d' amore: l' Alleanza

d. la famiglia, luogo ove realizzare la santità: i sacramenti e la preghiera

3. I compiti della famiglia cristiana

a. chiesa domestica e comunità d' amore

b. evangelizzazione e missionarietà

c. promozione umana e solidarietà

d. il Regno di Dio

e. vocazione alla vita

4. Valori e fini del matrimonio cristiano

a. cultura contemporanea e diritto di famiglia

b. proposta cristiana dei valori della indissolubilità, unità, fedeltà, fecondità

c. servizio alla vita contro la mentalità dell' aborto (filmato)

5. Il valore della vita e la procreazione responsabile

a. vita come dono, amore come gratuità

b. sessualità e totalità del dono

c. la procreazione responsabile; metodi

6. Il sacramento del matrimonio

a. sposi nel Signore: i protagonisti

b. impegno ecclesiale e nella comunità degli uomini: essere segno

c. la liturgia nuziale

7. Esperienza di preghiera, il sacramento della Riconciliazione e la Celebrazione                                   Eucaristica
Al termine degli incontri viene distribuito un questionario per raccogliere impressioni, suggerimenti e critiche sul corso; le risposte fin ora raccolte evidenziano:
come dato negativo
- il numero eccessivo di coppie che impedisce un proficuo scambio di opinioni 
come aspetti positivi
- l'unità dell'équipe
- l'esperienza per le coppie di riuscire a parlare anche al di fuori degli incontri degli                          
argomenti esposti durante il corso ("ci avete aiutato a conoscerci meglio")
- per molti, la scoperta di una proposta di vita cristiana diversa e coinvolgente 
("ho imparato ad aprire il Vangelo").

Prima di ogni corso l'équipe si incontra per rivedere  le tematiche degli incontri e il modo di presentarli, per arricchirli di esperienze e mantenerli sempre aggiornati con il Magistero della Chiesa.

Le date:
Ogni anno sono organizzati due corsi:
il primo, per le coppie che sposano da gennaio a giugno, nei mesi da gennaio a marzo;
il secondo, per le coppie che sposano da luglio a dicembre, nei mesi da aprile a giugno.
Gli incontri si svolgono dalle ore 19,00 alle 20,30 di venerdì, presso i locali del Convento.